Italian English French Spanish
DWA LAB Video's

Ritmo originario del Sierra Leone, una terra che intorno al 1700 fu soggetta a rimpatrio di schiavi, precedentemente deportati dall'Africa, secondo dei discutibili principi filantropici. Si formò quindi un mix di etnie diverse. Probabilmente il ritmo è frutto di differenti

Media

"Konko" in Malinkè vuol dire "Fame"," Ba" vuol dire "grande" . Konkoba è si un ritmo associato ad una maschera che deve essere nutrita per assicurare un buon raccolto. Il suo cibo non è il frutto del raccolta, ma i vestiti che di anno in anno vengono indossati dalla

Media

"Konko" in Malinkè vuol dire "Fame"," Ba" vuol dire "grande". Konkoba è si un ritmo associato ad una maschera che deve essere nutrita per assicurare un buon raccolto. Il suo cibo non è il frutto del raccolta, ma i vestiti che di anno in anno vengono indossati dalla

Media

Balakulandjan è ritmo malinkè tradizionalmente suonato ai matrimoni a simboleggiare ed augurare la buona fertilità della coppia o durante le cerimonie per la circoncisione dopo solì ( spesso è infatti chiamato come soli lent). E' un ritmo che prende il nome da un uccello

Media

Ritmo originario di Faranah, tradizionalmente veniva suonato per i futuri iniziati (Bilakoro) nei mesi che precedevano il rito maschile della circoncisione. Ai Bilakoro veniva rasata la testa e mentre veniva suonato Soko ricevevano regali. Sebbene sempre riferita al rito della

Media

Konko in Malinke vuol dire "coltivatori". Konkoba, è quindi un ritmo dedicato a loro e suonato durante la raccolta nei campi. Altra versione è invece quella riportata da Lancei Dioubate: "Konko" in Malinkè vuol dire "Fame"," Ba" vuol dire "grande". Konkoba è si un ritmo

Media